0578 63021 0578 63197 Viale delle Libertà, 345 53042 Chianciano Terme (SI) info@iviaggidialice.it

GRAN TOUR DELLE FIANDRE
dal 22 al 28 agosto 2022

0
Prezzo
€1,200
Prezzo
€1,200
Prenotazione
Richiesta info
Nome e Cognome*
Indirizzo E-mail*
Messaggio*
Dichiaro di aver letto la informativa sulla privacy ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti. Acconsento quindi al trattamento dei miei dati e alla ricezione di materiale pubblicitario.
15 Agosto 2022
* Please select all required fields to proceed to the next step.

Prenota

Salva nella lista dei desideri

Adding item to wishlist requires an account

11248

Vuoi più informazioni?

Contattaci al numero sottostante o scrivici via mail.

0578 63021

info@iviaggidialice.it

7 Giorni
Persone max: 20
Dettagli Tour

Quota a persona € 1.200

(riduzione bambini)

Partenza

22/08/2022

Arrivo

28/08/2022

La Quota Comprende

Viaggio in pullman GT e tutte le escursioni come da programma – guida Aigae per tutto il viaggio – sistemazone in hotels 3 stelle in camere doppie con servizi privati – trattamento di mezza pensione (cena, pernottamento e prima colazione) con acqua in tavola – assicurazione medico, responsabilità civile e fondo garanzia viaggi –

La Quota Non Comprende

Assicurazione annullamento facoltativa, ingressi, facchinaggio, mance, bevande, extra personali in genere e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende” –

 

Itinerario

Partenza - soste varie

Appuntamento dei partecipanti e partenza per la Francia. Brevi soste lungo il percorso per il ristoro e il pranzo libero. Arrivo a Molshein o dintorni e sistemazione in hotel per la cena ed il pernottamento.

Bruxelles

Mezza pensione. Partenza per Bruxelles. Pomeriggio dedicato alla visita della capitale belga. Cuore cittadino è la Grand Place, una delle piazze più scenografiche d’Europa. Visita della cattedrale di San Michele, del quartiere di Les Marolles celebre per le futuristiche architetture delle istituzioni europee. Cena pernottamento in hotel.

Gand

Mezza pensione. Escursione a Gand e visita della città, incluso la Cattedrale di St. Bavo, dove è conservata la celebre Pala dell’Agnello Mistico, uno dei più importanti capolavori di pittura fiamminga.
Gand fu capitale dell’antica contea delle Fiandre e città natale di Carlo V, deriva il nome dal celtico ganda, confluenza, trovandosi proprio dove il fiume Lys si getta nella Schelda. Numerosi piccoli villaggi erano presenti già dal I secolo, ma lo sviluppo principale iniziò a partire dal VII secolo fra le abbazie di San Pietro e San Bavone. Nel IX secolo fu costruito il castello dei conti di Fiandra, e il quartiere attorno al castello divenne il nucleo dal quale si sviluppò una fiorente cittadina commerciale. Con le guerre religiose del XVI secolo tra cattolici e calvinisti per Gand iniziò un lento declino.

Mechelen - Anversa

Mezza pensione. Breve trasferimento a Mechelen visita della città. Nel pomeriggio trasferimento ad Anversa, seconda città belga per importanza capitale mondiale dei diamanti. Visita della città, con la Cattedrale Nostra Signora di Anversa. Al termine delle visite, rientro a Bruxelles, cena e pernottamento in hotel.
Mechelen. Malines in francese è la terza città d’arte delle Fiandre. Da vedere la Cattedrale di Sint Rombout del 1217, in gotico-brabantino, con la torre incompiuta di 97 m; il Grote Markt, centro della città e incrocio delle strade principali, con il bell’edificio dello Stadthuis, del 1320, Haverwerf con l’Het Paradijs e la Casa dei Diavoli sul fiume Dijle, il Begijnhofkerk; la Brusselpoort, l’unica delle dodici porte delle mura che circondavano la città a essersi salvata dalle demolizioni del XVIII secolo.
Anversa, situata sulla riva destra della Schelda, è città d’arte sofisticata, con residenze Art Nouveau, ville neorinascimentali, strade e castelli medievali. Fondata nel IV secolo, le prime notizie di Anversa risalgono al 640, allorché Sant’Amando di Maastricht per primo vi predicò e vi costruì una chiesa, la città iniziò a svilupparsi però solo dopo l’opera di bonifica dei Benedettini irlandesi, che durante il IX secolo vi costruirono una fortezza. Anversa fu possedimento dei duchi di Borgogna dal 1406 al 1477, poi, dopo il matrimonio di Maria di Borgogna con l’imperatore Massimiliano I, degli Asburgo.Fu in quest’epoca che sulle banchine del porto di Anversa iniziarono ad approdare numerose le navi cariche di lane, zucchero, cuoi, spezie, sale, vini, legname, allume, argento e oro, presto seguite dai più importanti banchieri, i Welser e i Fugger, che, nel 1480 vi fondarono la prima Borsa europea.A causa della bancarotta della Spagna e del Portogallo intorno al 1557, cominciò per la città un drammatico periodo di declino, che si acuì con l’ascesa al trono del nuovo re, l’intransigente Filippo II, che pretese la rigida applicazione delle risoluzioni del concilio di Trento e il massimo rigore contro l’eresia. Anversa era rifugio di anabattisti ed ebrei e centro di diffusione della dottrina calvinista. La rivolta non tardò a scoppiare: era il 1566, Filippo inviò nei Paesi Bassi un potente esercito guidato dal duca d’Alba che eseguì con estrema severità le istruzioni del re e, in sette anni soffocò la rivolta nel sangue.

Bruges

Fu in quest’epoca che sulle banchine del porto di Anversa iniziarono ad approdare numerose le navi cariche di lane, zucchero, cuoi, spezie, sale, vini, legname, allume, argento e oro, presto seguite dai più importanti banchieri, i Welser e i Fugger, che, nel 1480 vi fondarono la prima Borsa europea.A causa della bancarotta della Spagna e del Portogallo intorno al 1557, cominciò per la città un drammatico periodo di declino, che si acuì con l’ascesa al trono del nuovo re, l’intransigente Filippo II, che pretese la rigida applicazione delle risoluzioni del concilio di Trento e il massimo rigore contro l’eresia. Anversa era rifugio di anabattisti ed ebrei e centro di diffusione della dottrina calvinista. La rivolta non tardò a scoppiare: era il 1566, Filippo inviò nei Paesi Bassi un potente esercito guidato dal duca d’Alba che eseguì con estrema severità le istruzioni del re e, in sette anni soffocò la rivolta nel sangue.

Mezza pensione. Escursione alla vicina Lovanio. Un condensato di bellezza, con un’anima universitaria ed elegante, dall’incredibile numero di biciclette e dall’atmosfera giovane che si respira in città. Visita e degustazione di vera birra Belga presso un birrificio locale. Pranzo libero e inizio del viaggio di rientro in sede. Ssistemazione in hotel in Francia. Cena e pernottamento.
Lovanio, capoluogo del Brabante fiammingo. Qui, nel 891 il re dei Franchi Arnolfo di Carinzia fermò un’invasione di vichingi normanni. Nel XI secolo divenuta il centro commerciale più fiorente dell’intero Ducato di Brabante, Lovanio si dotò di una prima cinta muraria, di chiese, monasteri e di una una forte manifattura tessile. Nel 1425 Giovanni IV di Brabante vi fonda la più grande e più antica università di tutti i Paesi Bassi, l’Università Cattolica di Lovanio, che è tuttora la più antica università cattolica esistente. Di questo periodo è l’impressionante Municipio, gigantesco reliquiario, uno dei più bei e ricchi palazzi comunali mai costruiti, che rappresenta la massima evoluzione dello stile Gotico brabantino. È del XVIII secolo la fondazione del birrificio che è ancor oggi in funzione e che produce le celebri Stella Artois, Hoegaarden e Leffe.

Rientro - soste varie

Prima colazione in hotel e proseguimento del viaggio. Opportune soste lungo il percorso per il ristoro e i pasti liberi. L’arrivo è previsto per le ore 22 circa.

Mappa

Foto
5 clienti stanno considerando adesso questo tour!