NAPOLI e ISOLA DI CAPRI – 10/12 NOVEMBRE

  • Destinazione:
  • Durata: 3 giorni
  • Partenze: 10/11/2017
  • Arrivi: 12/11/2017

SCARICA IL PDF DI QUESTO VIAGGIO

Partenze da Bettolle, Chianciano, Casello di Chiusi, casello di Fabro – Altre località su richiesta

C’è un’isola del Mediterraneo che è un piccolo paradiso.

1° G.

NAPOLI

Partenza in pullman in orario stabilito per Napoli. Breve sosta lungo il p e r c o r s o p e r i l ristoro. Arrivo e visita alla Cappella San Severo ove troviamo il Cristo Velato, una delle opere più affascinanti e misteriose che si possono vedere a Napoli. Pranzo libero, magari una pizza? nella sua location più tradizionale. A seguire ci deliziamo di una visita davvero singolare per Napoli, che lascerà stupiti: la Metro. Percorreremo le line 1 e 6 della metro per entrare in un vero museo d’arte contemporanea. Qui, l’urbanista francese Perrault ha progettato una stazione con scale mobili sospese in cui prevale il vetro e l’acciaio. Si giunge a Università, dove l’architetto egiziano Rashid si è ispirato ai linguaggi digitali con una straordinaria scultura chiamata “Sinapsi”. Dopo c’è Municipio e poi Toledo, considerata da molti la più bella stazione d’Europa che con l’opera Relative light di Robert Wilson è illuminata da straordinari giochi di luce sulla gamma cromatica degli azzurri. Più di 200 opere di artisti contemporanei. Un percorso unico nel mondo. Trasferimento al porto e imbarco in aliscafo per l’isola di Capri. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

2° G.

ISOLA di CAPRI

Pensione completa. Inizia la nostra esplorazione di Capri partendo proprio dal suo luogo più famoso: la Piazzetta. Considerata uno dei salotti più esclusivi del mondo, spesso, tra i tavolini di vimini dei suoi bar, ci si imbatte in monarchi, star della musica ed attori di Hollywood. In Piazzetta non ci si può sottrarre a un po’ di “struscio” tra eleganti boutique e negozi di lusso. Da non perdere una visita alla bottega di “Canfora”, autentico tempio dei sandali capresi, dove a metà dello scorso secolo tra i clienti vi erano Brigitte Bardot e Jackie Kennedy. Al pomeriggio assolutamente da vedere i Giardini di Augusto, da dove si ammira uno dei panorami più incantevoli e fotografati del mondo, la vista dei Faraglioni e delle Baia di Marina Piccola che lascia senza fiato. Tra le testimonianze della passione dell’imperatore Tiberio per Capri c’è Villa Jovis, la più grande delle dodici ville fatte da lui costruire sull’isola.

3° G.

ISOLA di CAPRI e rientro

Prima colazione in hotel. Mattino dedicato alla visita di Anacapri, l’altro comune dell’isola. Un quarto d’ora di autobus, tra strade panoramiche e strapiombi vertiginosi sul mare dividono i due principali centri capresi. Alla elegante e mondana Piazzetta, con le vivaci strade dello shopping, si contrappone il centro storico di Anacapri, dove dominano i colori dei gerani e un po’ più di tranquillità. Autentico gioiello dell’isola, a due passi da Anacapri, è Villa San Michele, fatta costruire dal medico svedese Axel Munthe nel punto più panoramico dell’isola, a 327 metri di altezza. Al museo si unisce il giardino che custodisce camelie, cespugli di rose, ortensie, cipressi e pini, ma soprattutto una splendida vista sul Golfo di Napoli. Facoltativo il giro dell’isola in barca, per ammirare le coste frastagliate e lo splendido mare. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio partenza in aliscafo per Napoli e proseguimento in pullman per il rientro in sede. L’arrivo è previsto in tarda serata.

 

image_pdfimage_print